Come pulire i tubi di scarico della cucina (senza fare danni)

By 5 October 2020

canaljet scarico cucina

Pulire i tubi dello scarico della cucina è un’operazione estremamente utile (se non, talvolta, necessaria). Sia che il lavandino sia otturato, sia che si faccia manutenzione, infatti, pulire le tubature consente di utilizzare in maniera ottimale l’intero lavello per garantire il normale svolgimento delle faccende domestiche, oltre a prevenire l’insorgere di complicazioni quali fastidiose e maleodoranti ostruzioni. 

Ma, com’è facile intuire, bisogna agire con grande attenzione per non causare danni: un’operazione tanto delicata deve dunque essere portata a termine attraverso il giusto metodo.

Se i rimedi naturali possono infatti essere “gentili” con le tubature, essi rischiano, specie nei casi più critici, di essere del tutto inefficaci, se non dannosi qualora venissero gettati nelle tubature avanzi troppo grandi di prodotti o acqua eccessivamente calda per lo stato di conservazione dei condotti. Lo stesso discorso, poi, vale per i rimedi chimici, talvolta aggressivi e corrosivi, se non dannosi sia per la salute sia per le tubature. E che dire, infine, del fai da te qualora si volesse smontare lo scarico? Un’operazione talvolta necessaria ma che, se effettuata in maniera avventata, rischia davvero di arrecare danno non solo all’impianto ma anche a tutta la casa.

Se sei alle prese con il lavandino della cucina otturato, abbiamo quello che fa  per te: scarica la nostra guida e scopri quali sono le cause e quali i rimedi per  gestirlo al meglio! 

I rimedi naturali

Iniziamo, dunque, dalla strada più green: quella, cioè, dei rimedi naturali. Le nonne ci insegnano che, grazie al loro effetto sgrassante, prodotti presenti in natura (o derivati) quali il bicarbonato di sodio, il sale, l’aceto di vino, il limone e, soprattutto, l’acqua bollente sono in grado di sciogliere accumuli di grasso causati dal persistere nelle tubature di piccoli residui di cibo o di sapone. Tuttavia, come abbiamo accennato all’inizio, i rimedi naturali sono estremamente blandi, specie se il problema da risolvere è un’ostruzione ben più grande e impegnativa di quelle summenzionate. Al contempo, gettare grandi quantità di acqua bollente nel lavandino rischia di danneggiare in maniera irreversibile tubature vecchie o già compromesse, causandone la rottura.

I prodotti chimici

Si tratta del metodo più semplice e immediato per porre temporaneo rimedio ai tubi dello scarico della cucina, qualora essi non fossero completamente bloccati. Tuttavia, è bene fare attenzione: per quanto sul mercato esistano soluzioni specifiche e non dannose per le tubature del lavello, allo stesso tempo non sempre quella dei prodotti chimici rappresenta la strada migliore da percorrere: in prima battuta perché un uso continuativo di queste soluzioni rischia di essere dannosa per le condutture. E poi perché elementi quali gli acidi, seppur dal potente effetto, sono molto dannosi per la salute delle persone, oltre che delle tubature, le quali rischiano di essere corrose e bucate. Pertanto, se proprio si vuole optare per i prodotti chimici, è bene leggere con grande attenzione le istruzioni sulla confezione e seguirle scrupolosamente.

Smontaggio e pulizia del sifone

Si tratta di un’attività delicata che va eseguita solo se si conoscono gli strumenti del mestiere, oltre che i passi da compiere. In generale, la prassi è quella di posizionare un secchio sotto il sifone per raccogliere acqua e rifiuti, svitare la ghiera con una chiave a pappagallo, prestare attenzione alle guarnizioni e infine smontare il sifone, pulendolo al suo interno, e riassemblando poi i pezzi senza fare confusione.

Del tutto inefficaci sono invece metodi rudimentali e fai da te che si servono di oggetti presenti nelle nostre case ma, talvolta, addirittura pericolosi. Parliamo, per esempio, dell’idropulitrice, strumento che, con un getto d’acqua ad alta pressione, elimina le otturazioni a scapito dei condotti: essa, infatti, se usata in maniera casuale, rischia di allagare tutta la casa. Lo stesso di può dire del bidone aspiratutto, aspiratore multiuso che, a differenza dei comuni aspirapolvere, “risucchia” lo sporco solido e liquido, causando eventuali danni agli scarichi. Ne viene dunque sconsigliato l’impiego, specie se non si è professionisti del mestiere.

Insomma, i metodi sono tanti e non tutti sono egualmente efficaci per garantire un lavoro efficiente. Tuttavia, qualunque sia il metodo che deciderete di seguire, è bene mettere in chiaro una cosa: sia che si tratti di manutenzione, sia che si tratti di attività straordinaria, è sempre bene mettersi nelle mani dei professionisti che, forti della loro esperienza, sanno svolgere il lavoro in maniera corretta e veloce, per un risultato ottimale e durevole nel tempo. 

 

ebook spurghi cucina