Pompe sommerse condominiali: dall'installazione alla manutenzione

By 21 October 2020

Pompe sommerse condominiali dallinstallazione alla manutenzione

Com’è noto, le pompe sommerse sono dispositivi necessari allo spostamento di liquidi. Questi strumenti sono estremamente utilizzati in diversi campi applicativi, ma uno dei più rilevanti è quello relativo alle pompe sommerse condominiali

Queste sono infatti necessarie per evitare allagamenti di ambienti sotto il livello stradale o di falda come cantine o box ai piani interrati e favorire il corretto deflusso delle acque piovane e di quelle di scarico. Pertanto, un malfunzionamento può causare danni importanti a garage e cantine o, nei casi peggiori, portare al continuo spargimento di liquami.

L’amministratore di condominio svolge un ruolo cruciale nella gestione delle pompe sommerse delle strutture che gestisce ed è per questo che scegliere un buon fornitore e un servizio di manutenzione affidabile è estremamente importante, al fine di ridurre le spese nel medio termine e raccogliere la soddisfazione dei condomini. La gestione della pompa è uno dei numerosi aspetti tecnici di cui l’amministratore si occupa, ma – proprio perché le tematiche sono tante – vediamo insieme alcuni consigli 

per installare e garantire la corretta manutenzione di questo componente dell’impianto.

Se vuoi conoscere tutto sul tema delle pompe sommerse, abbiamo quello che fa  per te: scarica la nostra guida e tieni sempre a portata di mano i nostri articoli!

Installazione pompe sommerse: quali aspetti da considerare

L’installazione di pompe sommerse è un’attività delicata, che deve essere eseguita da un tecnico qualificato, dal momento che un’installazione mal fatta o inappropriata rispetto all'utilizzo può provocare dei danni anche successivamente. Una pompa è infatti costituita non solo da una parte idraulica, ma anche da una parte elettrica e, di conseguenza, il motore dovrà avere una protezione da sovracorrente e dovrà avere l’entità di potenza adeguata, per evitare cadute di tensione. Un buon tecnico saprà scegliere dei conduttori di diametro adeguato alla parte elettrica, conduttori che dipendono dalla potenza del motore e dalla distanza dal trasformatore. Va inoltre sottolineato che non si devono mai utilizzare pompe sommerse a secco, neanche in una fase iniziale di prova, perché ciò potrebbe causare danni meccanici.

Considerati tutti questi aspetti, è consigliabile, in particolare per figure che gestiscono l’installazione di pompe sommerse di grandi dimensioni (come, appunto, quelle per i condomini) rivolgersi a professionisti qualificati. Questi ultimi sapranno bene anche quale pompa scegliere, in relazione agli scopi determinati.

Manutenzione pompe sommerse condominiali: tempi e modi

La manutenzione delle pompe sommerse è un’attività non solo importante ma anche strettamente necessaria. Bisogna stare molto attenti a svolgerla periodicamente, in modo da evitare brutte esperienze ai condomini e soprattutto evitare di dover sostituire la pompa a causa dei malfunzionamenti.

Anche in questo caso, è necessario far svolgere l’attività a del personale esperto, in quanto la sola estrazione di una pompa sommersa non è un’operazione semplice. Inoltre, a seguito dell’estrazione, va svolto un lavoro di controllo e di verifica, per avere la certezza che tutto funzioni correttamente o, al contrario, per individuare eventuali problemi.

Ma la manutenzione non significa solo risolvere i malfunzionamenti, anzi: prima di tutto è necessario prevenirli. Per farlo, sarà centrale svolgere l’attività di pulizia della pompa. A tal fine, bisogna scollegare l’alimentazione, quindi si cerca il lato di aspirazione della pompa e si estraggono eventuali residui e oggetti che possono bloccare la griglia. Da qui, si procede ad un’accurata pulizia. È poi necessario stare molto attenti a reinserire la pompa nella maniera corretta e verificare che tutto, anche la parte elettrica, funzioni correttamente.

La manutenzione delle pompe sommerse richiede di fatto tre figure professionali differenti: l’elettricista, l’idraulico e lo spurghista (questo perché prima di estrarla bisogna svuotare il pozzo). Per accelerare i tempi e semplificare le operazioni, è consigliabile rivolgersi ad un’azienda che possa fornire il servizio in maniera integrata.

In conclusione

Attività quali l’installazione e la manutenzione di una pompa condominiale sono centrali per un amministratore di condominio che desideri garantire un buon servizio ai suoi condomini e che, allo stesso tempo, voglia assicurarsi di non perdere tempo in costose attività straordinarie di gestione. Prima di tutto, vanno analizzate le esigenze del condominio in relazione al territorio e quindi compresi gli utilizzi della pompa. In secondo luogo, l’installazione dovrà avvenire correttamente, in modo da garantire un buon funzionamento sia della parte idraulica sia di quella elettrica del sistema. L’attività di manutenzione si comporrà poi di una attività di pulizia periodica e, nel caso fosse necessario, di vere e proprie situazioni in cui la pompa viene estratta e monitorata in tutte le sue parti. Ultimo ma non meno importante servizio che solo alcune aziende specializzate sanno fornire è quello di noleggio a lungo termine della pompa sommersa installata: questa, infatti, può essere tenuta per un periodo di tempo più o meno lungo senza che il condominio debba sobbarcarsi l’onere dell’acquisto (con il rischio, poi, di non riuscire ad ammortizzarne il costo).

 

ebook pompe sommerse