Sanitrit: pro e contro dal punto di vista dello spurgo

By 5 February 2018

wc-1284608_640-640x320-1

Le esigenze delle case moderne sono rapidamente cambiate negli ultimi tempi, ed un ambiente come il bagno è tornato a recitare un ruolo da protagonista. 

Durante la strutturazione delle case sempre più persone richiedono la costruzione di un secondo bagno, magari di piccole dimensioni, che risulti però pratico e funzionale. In questo contesto ha trovato una larga diffusione l'impianto sanitrit, che apporta dei vantaggi ma anche degli svantaggi da analizzare.

Come funziona Sanitrit?

 

Cos'è Sanitrit? E come funziona?

Sanitrit è un tritatutto adattabile a qualsiasi wc, che permette di ricavare un bagno in ogni luogo dell'abitazione. In linea di massima si realizzano Sanitrit per wc, ma possono essere collegati anche a docce, lavandini, bidet, lavatrici, lavastoviglie, ecc. Questo dispositivo è composto da un trituratore e da pompe di sollevamento e drenaggio, ed essendo collegato alla rete elettrica non richiede un circuito dedicato.

L'impianto funziona con tubi di piccolo diametro, così da superare ogni distanza dalla colonna di scarico. Le sue dimensioni sono altrettanto contenute (circa 35 x 17 x 27 cm), e grazie ad una particolare forma rettangolare si adatta senza problemi a tutti i sanitari. Il dispositivo ha il compito di triturare il materiale ricevuto, scaricandolo poi in tubi di normale diametro e pompando successivamente i liquidi nella colonna di scarico. Si tratta di validi sistemi di supporto che però non possono sostituire completamente un bagno normale, poiché non sono collegati alla rete fognaria.

I vantaggi di Sanitrit

I principali vantaggi di Sanitrit sono soprattutto di natura logistica, poiché l'impianto può essere installato comodamente anche in assenza di scarico, e quindi potenzialmente ovunque. In questo modo si possono infatti realizzare dei piccolissimi bagni all'interno della camera da letto (soluzione molto indicata per le persone anziane), anche piuttosto distanti dallo scarico centrale. Negli appartamenti molto grandi, con un'unica colonna di scarico, Sanitrit è una soluzione che permette di realizzare bagni ovunque. È di fondamentale importanza che l'installatore rispetti tassativamente la scheda tecnica di Sanitrit, per evitare malfunzionamenti, guasti o alterazioni del dispositivo. 

Gli svantaggi di sanitrit

Sanitrit è progettato unicamente per tritare materiale fecale e carta igienica, tutti gli altri materiali vanno gettati altrove. Basta quindi qualche piccola disattenzione per provocare il malfunzionamento di Sanitrit. Il dispositivo è legato alla rete elettrica, quindi in sua assenza non deve essere usato poiché la pompa non funzionerebbe. Inoltre, Sanitrit soffre le temperature troppo elevate, poiché il motore potrebbe surriscaldarsi ed interrompere il funzionamento. In breve, Sanitrit è consigliabile per i secondi bagni, ma non è certo la soluzione ideale come primo bagno.

Per quanto riguarda la manutenzione di Sanitrit, soprattutto in caso di intasamenti, è necessario contattare una ditta esperta in materia. Sono inoltre richiesti interventi piuttosto frequenti e più complessi per lo svuotamento, con un conseguente innalzamento dei costi di manutenzione ordinaria di pulizia. Infine, l'apparecchio non è a tenuta stagna, quindi in caso di malfunzionamento o di blocco potrebbe verificarsi una fuoriuscita piuttosto sgradevole del liquame.